L’evoluzione tecnologica in atto sta modificando a grande velocità il mondo intorno a noi. Alle grandi rivoluzioni dei Big Data e del Cloud, oggi si aggiunge l’Internet of Things che permea tutto il tessuto sociale (le Smart Cities, con applicazioni verticali come Sanità, Trasporti e Mobilità, Energia, Sicurezza), famigliare (le Digital Skills devono diventare patrimonio di tutti), lavorativo (Digital Enterprises, Industria 4.0) e pubblico (Digital PA) e che rappresenta terreno fertile per le iniziative di start up e entrepreneurship digitale in tutti i settori.

L’IoT è entrata rapidamente nella vita di molte persone e incide sul loro modo di vivere, socializzare, lavorare, dialogare con le istituzioni, fruire di beni e servizi.

Per le aziende, pubbliche o private, innovazione digitale significa nuovi modi di fare business, rivisitazione dei sistemi tradizionali e, in altre parole, sviluppo.

Nuove applicazioni, nuovi servizi, nuove infrastrutture a banda ultra larga, nuove tecnologie di accesso alle informazioni, nuovi modelli di business richiedono di essere ideati, progettati rapidamente, regolamentati nel modo giusto, resi disponibili a tutti.

Da questo fermento innovativo possono nascere grandi opportunità. Per l’Italia, fondata su un’industria manifatturiera molto specialistica e competitiva in tutto il mondo, seconda nell'Ue dopo la Germania, salire sul treno in corsa dell’Industria 4.0, definita la quarta rivoluzione industriale, permetterà di recuperare competitività a livello di sistema Paese, creare nuove opportunità di lavoro, contrastare la fuga di tanti giovani in cerca di occupazione.

Per interpretare il cambiamento in atto servono nuove competenze digitali, creatività, approccio imprenditoriale. Gli strumenti formativi di base offerti da scuole e università vanno integrati con ogni possibile esperienza sul campo, con competenze frutto di lavoro interdisciplinare, con un atteggiamento curioso e aperto nei confronti della tecnologia.

Italtel è da sempre focalizzata sull’innovazione e sa quanto siano importanti competenze e skill specifici e come questi debbano continuamente evolvere e arricchirsi. Da specialista di comunicazione voce, video e dati, da alcuni anni Italtel ha scelto di indirizzare le sue attività di ricerca anche verso la virtualizzazione delle reti in logica Cloud e verso l’IoT in ambiti quali smart metering, smart grid, smart health, efficienza energetica.

Nel tempo ha promosso progetti formativi rivolti ai giovani per favorire un corretto approccio alle nuove tecnologie per favorire un rilancio del settore ICT italiano così che possa competere meglio sul mercato digitale globale.

Il sostegno di Italtel all’iniziativa “Il futuro è oggi: sei pronto?” nasce dalla consapevolezza che per sfruttare le opportunità che in questa fase storica l’innovazione tecnologica mette alla nostra portata sia necessario sostenere una valida collaborazione tra mondo universitario e imprenditoriale allo scopo di migliorare lo sviluppo di skill e competenze chiave tra i giovani e favorire un approccio al sistema lavorativo basato sull’imprenditorialità. I nostri giovani potranno così costruire il loro personale percorso professionale finalizzato a creare soluzioni e servizi complessi basati su competenze e skill uniche che valorizzino le peculiarità italiane come estro, creatività e flessibilità.


Stefano Pileri, CEO Italtel

Il sostegno di Italtel all’iniziativa “Il futuro è oggi: sei pronto?” nasce dalla consapevolezza che per sfruttare le opportunità che in questa fase storica l’innovazione tecnologica mette alla nostra portata sia necessario sostenere una valida collaborazione tra mondo universitario e imprenditoriale allo scopo di migliorare lo sviluppo di skill e competenze chiave tra i giovani e favorire un approccio al sistema lavorativo basato sull’imprenditorialità.