Sosteniamo l’iniziativa U2B perché abbiamo sempre creduto negli approcci non convenzionali all’innovazione, in particolare nei processi di trasformazione digitale. La digitalizzazione può diventare un elemento propulsivo per indurre positivi e sostanziali cambiamenti all’interno dei settori industriali, della società e dei comportamenti delle persone. Per garantire che i processi di innovazione impattino da subito, con efficacia, sulle diverse realtà aziendali, i protagonisti della digitalizzazione dovranno, però, saper combinare le attitudini digitali con le capacità manageriali.

Per guidare i processi di innovazione digitale è infatti necessario coniugare la padronanza delle competenze tecnologiche con la capacità di comprendere e rispondere alle esigenze del mercato, con spasmodica attenzione al cliente.

Pensiamo che si possa agire da imprenditori anche senza essere titolare di un’impresa. Siamo convinti che le capacità imprenditoriali debbano essere parte delle skill di ogni manager chiamato a portare valore in azienda. Crediamo nell’innovazione per “fare cose nuove” ma anche per fare meglio, ed in modo più efficiente, quanto già consolidato. Desideriamo dare un contributo ed un supporto ai giovani laureati nel porsi con ruolo proattivo nei processi di innovazione delle aziende. Riteniamo che questi giovani possano agire con forza propulsiva, superando la tentazione di allinearsi alla “comfort zone” delle practices manageriali più convenzionali per portare, invece, innovazione attraverso nuovi approcci.

Perseguire con determinazione queste convinzioni ha portato l’azienda italiana che dirigo ai vertici mondiali di mercato nella sua categoria, ovvero quella delle soluzioni per l’innovazione dei processi di procurement aziendali. Agire velocemente senza timore di commettere qualche piccolo errore, puntare tutto sulla digitalizzazione dei processi business critical, dare spazio alle nuove idee dei protagonisti della digitalizzazione e “correre” con le innovazioni, questa è la ricetta del nostro successo mondiale.


Ezio Melzi, Consigliere Delegato BravoSolution Italia SpA

Desideriamo dare un contributo ed un supporto ai giovani laureati nel porsi con ruolo proattivo nei processi di innovazione delle aziende. Riteniamo che questi giovani possano agire con forza propulsiva, superando la tentazione di allinearsi alla “comfort zone” delle practices manageriali più convenzionali per portare, invece, innovazione attraverso nuovi approcci.